La Cina blocca le importazioni di plastica da riciclare, siamo ufficialmente nei guai


la Cina blocca le importazioni di plastica da riciclare, siamo ufficialmente nei guai.jpgSi sapeva da un pezzo, ma la cosa è venuta fuori sui giornali solo adesso. L’anno scorso, a luglio, la Cina aveva detto chiaramente che avrebbe bloccato l’importazione di plastica da rifiuti dall’Europa a partire dal 2018. Lo ha detto e lo ha fatto. Ufficiosamente, si sa che l’Unione europea ha cercato in tutti i modi di convincere i cinesi a rimangiarsi la loro decisione. Si sa anche che i cinesi hanno risposto gentilmente che andassero a stendere. In effetti, non si vede perché i cinesi dovrebbero prendersi all’anima di gestire i rifiuti dell’Europa. Hanno già i loro che gli danno abbastanza problemi. Se avete un momento, guardatevi il trailer di Plastic China e capirete cosa intendo dire per “problemi” (incidentalmente, questo vale non solo per la plastica, ma per tanti altri tipi di rifiuti dove la Cina si sta muovendo per cessare di essere la pattumiera del mondo occidentale).
Così, siamo ufficialmente alla crisi: la plastica di scarto si accumula e non sappiamo cosa farne. E’ un problema che viene fuori in tutta Europa. In Italia, ci siamo spesso vantati della nostra capacità di fare raccolta differenziata, per certi versi superiore a quella di altri paesi europei. Ma quando si parla di raccolta differenziata, ci si dimentica quasi sempre di dire che non è la stessa cosa di riciclo dei rifiuti. Se il differenziato non va a un impianto che lo rimette in circolo come “materia seconda” allora siamo soltanto a dare una spennellatura di verde a una cosa che verde non è. E, putroppo, mandare i rifiuti in Cina non è la stessa cosa di riciclarli: se ne ricicla, si, una frazione, ma non tutto e la grande massa viene bruciata o buttata in discarica producendo problemi ambientali spaventosi.

E ora? Siamo all’emergenza. L’Europa cerca disperatamente di correre ai ripari con una serie di misure. Trovate i dettagli al comunicato stampa dell’Unione europea. Si parla di misure restrittive per le plastiche usa-e-getta, di misure contro l’”iperimballaggio”, obbligo di usare plastiche biodegradabili e altre cose. Sono misure complessivamente intelligenti, ma con diversi problemi. Il principale è che arrivano ora, quando il disastro è ormai in pieno sviluppo. E’ una “direttiva” dell’Unione europea che dovrà poi essere trasferita nelle legislazioni nazionali, e questo richiederà tempo. Poi, non sono veramente misure drastiche – ci voleva qualcosa di più, per esempio una seria tassa sugli imballaggi. Ma si è visto recentemente che queste misure sono quasi impossibili in certi paesi dove la gente vuole allo stesso tempo l’aria pulita e i sacchetti di plastica gratis.

In ogni caso, se vogliamo vedere la cosa in modo positivo, è una buona occasione per fare delle pulizie molto necessarie a casa nostra. E’ anche una buona occasione per smetterla con misure cosmetiche che servono soltanto a metterci in grado di farci reciproche congratulazioni per quanto siamo bravi: la raccolta differenziata da sola non basta. Ma se vogliamo fare qualcosa di serio per andare verso l’economia circolare, qualcuno dovrà anche dire pubblicamente che è una direzione che implica dei costi. Non si va in nessun posto se non si riducono drasticamente i consumi di plastica e nemmeno se si fa un caso nazionale di una tassa di 2 centesimi al sacchetto.
Se vogliamo vedere la cosa in modo negativo, invece, ci sarà senza dubbio qualcuno che utilizzerà questa disgraziata vicenda come una buona scusa per spingere di nuovo sugli inceneritori e al diavolo la salute della popolazione e la necessità di riciclare e risparmiare sulle materie prime. Aspettatevelo a breve scadenza. E così vanno le cose in un mondo in cui non si riesce a fare nulla se non sotto la spinta delle emergenze.


FONTE ARTICOLO
Il Fatto Quotidiano (17 Gennaio 2018). La Cina blocca le importazioni di plastica da riciclare, siamo ufficialmente nei guai. Articolo consultato il 06/01/2020
https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/17/la-cina-blocca-le-importazioni-di-plastica-da-riciclare-siamo-ufficialmente-nei-guai/4098483/?fbclid=IwAR2hbQ6aTj4jEU6-cRRrSwiAtcRr32gxG-XJ7DV3CmvW65Jroy9Usvn-_xA


Like it? Share with your friends!

338
338 points

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's Your Reaction?

carino carino
0
carino
dannazione dannazione
0
dannazione
divertente divertente
0
divertente
geeky geeky
0
geeky
odioso odioso
0
odioso
pauraaa pauraaa
0
pauraaa
disgustoso disgustoso
0
disgustoso
confuso confuso
0
confuso
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
Zero Plastica

Choose A Format
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Poll
Voting to make decisions or determine opinions
Story
Formatted Text with Embeds and Visuals
List
The Classic Internet Listicles
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Open List
Submit your own item and vote up for the best submission
Ranked List
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Upload your own images to make custom memes
Video
Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Audio
Soundcloud or Mixcloud Embeds
Image
Photo or GIF
Gif
GIF format